Spara un razzo di segnalazione, va a fuoco la riserva naturale: Formentera furiosa contro gli italiani cafoni

L'ennesima cafonata italian style. L'avvocato si giustifica: era un'esercitazione, ma l'incidente è avvenuto alle 22 ora inusuale per le prove sulla sicurezza

22 Agosto 2016 | di Redazione Liguria Nautica

Per la serie: come farsi ben volere all’estero. Succede a Formentera, dove un italiano ha pensato bene di sparare un razzo di segnalazione mentre era ormeggiato col suo yacht in rada. IL bengala è finito su un lembo di terra, per la precisione sull’isolotto Espalmador, riserva naturale.

Il risultato è stato un incendio di grandi dimensioni, favorito dal caldo e dalla ventilazione estiva, che ha interessato buona parte della riserva. Forse il nostro concittadino non aveva di meglio da fare tra un aperitivo e l’altro e ha pensato bene di dilettarsi a fare il piccolo artificiere. Il turista italiano è stato arrestato e poi liberato sotto cauzione.

L’avvocato dell’italiano ha spiegato l’accaduto precisando che si trattava di un’esercitazione guidata dal comandante che non è andata per il verso giusto. Il “piccolo particolare” che rende la spiegazione ridicola è l’orario dell’esercitazione: le 22. La tipica ora in cui si fanno le esercitazioni per la sicurezza.

Sul’isola intanto, come riportato dal quotidiano La Stampa, esplode l’insofferenza nei confronti degli italiani. Gli abitanti di Formentera si lamentano per i continui schiamazzi e dall’atteggiamento generalmente cafone dela maggior parte dei turisti del nostro paese che ogni estate invadono l’isola. Come dire, italiani esportatori di cattive maniere all’estero.

Argomenti: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

4 commenti

  1. Sergio ha detto:

    Purtroppo sappiamo che alcuni italiani all’estero si fanno riconoscere (così come tanti inglesi e tedeschi ubriachi ad Ibiza e chi più ne ha più ne metta), ma attenzione a non generalizzare, la gran parte degli italiani non è così e aggiungerei che se non ci fossero gli italiani, l’isola di Formentera non avrebbe un’economia così florida, è un fatto che buona parte delle attività turistiche: ristoranti, alberghi, negozi a Formentera è di proprietà o di gestione italiana ed italiani sono la maggior parte dei soldi che vengono spesi dai turisti sull’isola. Quindi direi ai nostri amici abitanti dell’isola di stare attenti in primis a non generalizzare e poi a non osteggiare chi gli dà da mangiare.

  2. Edoardo ha detto:

    Tanto per non generalizzare, sarebbe interessante sapere la regione di provenienza di questo imbecille.
    Magari scopriamo che arriva dalle stesse zone in cui a Capodanno sparano dalle finestre, e che magari si è comprato la barca in maniera poco pulita…

  3. tino ha detto:

    è proprio vero che la madre degli imbecilli è sempre in cinta …..e l’Italia è piana di quelle scrofe ….

  4. giorgio ha detto:

    educhiamoli in casa magari a suon di ceffoni, ma da noi la cafonaggine è così diffusa che fa parte della normalità. chi viene punito per schiamazzi pur essendo un reato?

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione