Terrorismo: i nostri porti sono obiettivi sensibili

Un obiettivo a rischio e un passaggio diretto per raggiungere altre zone di guerra, l'attenzione ora è massima

29 Giugno 2015 | di Redazione Liguria Nautica

Terrorismo in Italia

Dopo l’ennesimo attentato terroristico, massima allerta nei porti italiani: il Viminale ha aggiornato l’elenco degli obiettivi sensibili, indicando a prefetti e questori attenzione massima per alcune marine, in particolare quelle di Ancona, Bari e Brindisi, da sempre considerati possibili ingressi in Europa per i terroristi provenienti dai Balcani.
Controlli intensificati per evitare che i porti diventino un obiettivo, ma anche un passaggio più rapido e diretto per raggiungere zone di guerra, come la Siria e l’Iraq. È da tempo che i nostri servizi segreti tengono d’occhio con particolare attenzione quelle zone.

 

Si teme, dunque, per le città sul mare, probabilmente più facili da colpire. Anche perché sono di questi giorni alcune segnalazioni poco rassicuranti arrivate dalla security britannica.
Qualcosa di diverso da quanto successo in Tunisia, si parla di possibile missioni suicide contro navi mercantili o militari.
L’operazione “Mare Sicuro” era stata organizzata in questo senso: per garantire maggiore sicurezza, erano state programmate esercitazioni nelle acque del Mediterraneo centrale per proteggere le linee di comunicazione dei natanti commerciali e delle piattaforme off-shore nazionali, e per sorvegliare le formazioni jihadiste.

Continuano, poi, controlli ed espulsioni: sono 85 le persone inserite nella black list, dieci centri di preghiera monitorati, più decine di migliaia di frequentatori del web che inneggiano alla jihad. Sono state effettuate 141 perquisizioni domiciliari, 17 persone sono state arrestate e 37 sono state espulse. Controlli capillari per evitare di dover fronteggiare vere e proprie tragedie.

 

Foto: http://www.ilgiornale.it/

Argomenti: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione