Un violoncello di ghiaccio per sensibilizzare il mondo sulla crisi idrica: ecco l’idea del musicista siciliano Giovanni Sollima

Il musicista e compositore palermitano ha pensato al violoncello di ghiaccio per affrontare la tematica ambientale in maniera davvero insolita

17 Febbraio 2018 | di Redazione Liguria Nautica
Tutela ambiente
Giovanni Sollima e il suo violoncello di ghiaccio

Il noto compositore e musicista palermitano Giovanni Sollima ha pensato ad un’operazione davvero insolita per portare all’attenzione di tutti il tema della tutela ambientale. L’artista siciliano ha appena concluso un tour di circa 1200 chilometri, a spasso per lo Stivale, accompagnato da un singolare, quanto suggestivo, violoncello di ghiaccio. Lo strumento, che porta la firma illustre dello scultore americano Tim Linhart, è stato costruito a Presena in Trentino e ha concluso il suo percorso nel Mediterraneo: dalle Alpi al mare, dal ghiaccio all’acqua.

Giovanni Sollima e il suo violoncello di ghiaccio: LN vi racconta questa suggestiva avventura

Prima al Museo delle Scienze di Trento, poi a Venezia, Roma ed infine Palermo. Un percorso emozionante e inusuale, un’operazione artistica estremamente suggestiva, una modalità diversa per sensibilizzare il pubblico su una tematica ambientale di grande attualità, come la crisi idrica mondiale, in un modo particolare e diretto. Il violoncello di ghiaccio nasce in Trentino per poi morire pochi giorni dopo a Palermo: uno strumento che diventa simbolo di difesa ambientale ma anche di arte nel vero senso della parola. Perché Sollima prima di tutto è un genio musicale e il suo tour è arte allo stato puro.

Un progetto che ha visto la luce grazie anche al direttore artistico Corrado Bungaro, regista, violinista ed esperto di diritti umani. Il cambiamento climatico, l’aumento delle temperature, lo scioglimento dei ghiacciai, la crisi idrica e le sue conseguenze sociali: sono solo alcune delle tematiche trattate nel corso di quest’insolita esperienza. Una vita breve ma estremamente intensa per questo violoncello di ghiaccio che nasce a Presena e “muore” a Palermo, regalando emozioni ed insegnadoci, si spera, qualcosa di estremamente importante.

Fonti e foto: lastampa.it

Paolo Bellosta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione