A Santa Margherita Ligure via libera al progetto del porto anti mareggiata

Si tratta di un intervento fondamentale per la messa in sicurezza dello scalo e della città. È calibrato per resistere ad un evento meteorologico di forza e intensità pari alla devastante mareggiata dell'ottobre scorso

6 agosto 2019 | di Manuela Sciandra

A Santa Margherita Ligure la Conferenza dei Servizi ha appena autorizzato il progetto di riqualificazione e messa in sicurezza del porto cittadino. Proposto il 29 marzo scorso per un valore di 15 milioni di euro e realizzato in condivisione con tutti gli enti preposti per velocizzarne l’approvazione, si tratta di un intervento fondamentale per la messa in sicurezza dello scalo e della città ed è calibrato per resistere ad un evento meteorologico di forza e intensità pari alla devastante mareggiata dell’ottobre scorso.

La prossima fase consisterà nella contrattualizzazione del primo lotto di lavori, che avverrà entro settembre per rispettare i tempi previsti dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile. Dopo la recente riapertura della seconda parte del porto, questo è un altro importante traguardo per la città ligure, che il Comune e gli altri enti interessati stanno cercando di raggiungere grazie anche all’indispensabile sostegno del Ministero per le Infrastrutture e Trasporti, in particolare dell’ex viceministro Edoardo Rixi, del Provveditorato alle opere pubbliche, della Sovrintendenza e di tutti gli enti coinvolti nella Conferenza dei Servizi, compresi la Capitaneria di Porto e gli uffici regionali e comunali.

“Ancora un esempio virtuoso -hanno dichiarato Paolo Donadoni ed Emanuele Cozzio, rispettivamente sindaco e vicesindaco di Santa Margherita Ligure- di come, facendo squadra con gli enti sovraordinati, in Italia si riescano ad ottenere risultati in tempi brevi. Un esempio è stata la ricostruzione della strada per Paraggi e Portofino. L’altro esempio la messa in sicurezza del nostro porto che nel giro di nove mesi è stato distrutto, ricostruito e reso agibile ma contemporaneamente ripensato, progettato, finanziato e approvato”.

“Un grazie particolare -hanno concluso Donadoni e Cozzio- al presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti e all’assessore Giacomo Giampedrone. Dalla notte della mareggiata, con la loro costante vicinanza e con atti concreti, si sono messi a disposizione per aiutare la nostra comunità in ogni modo possibile, per superare la calamità che ci ha colpito e rendere la nostra città più sicura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione