In Liguria consentite le uscite in barca in più di due persone. Ma purché siano conviventi

Nuova ordinanza del governatore della Liguria, Giovanni Toti, che allenta alcune restrizioni nei confronti dei diportisti: può uscire in barca tutta la famiglia

11 Maggio 2020 | di Giuseppe Orrù
Il porto di Arenzano
Il porto di Arenzano

In Liguria via libera alle gite in barca in più di due persone, a patto che tutti gli ospiti a bordo vivano nella stessa casa. E’ quanto prevede la nuova ordinanza regionale emessa dal governatore Giovanni Toti, che sostituisce e amplia la precedente ordinanza del 3 maggio.

USCITE IN BARCA

Tra le attività motorie autorizzate sono comprese, infatti, le uscite in barca, anche con più di due persone, purché residenti nella stessa abitazione. Le gite in barca sono però le uniche attività all’aperto per cui resta in vigore il limite orario dalle 6 alle 22.

Sono consentiti su tutto il territorio regionale – recita l’ordinanza – gli spostamenti, anche con i coresidenti, per qualsiasi necessità, con l’obbligo di rientro in giornata. E’ consentito lo spostamento dove sono i natanti o le unità da diporto di proprietà, anche con i coresidenti, per lo svolgimento di attività di manutenzione compresa l’uscita in barca“.

L’ordinanza disciplina anche le attività sportive, per cui decadono i vincoli di orario, tra cui le attività sportive acquatiche individuali come windsurf, attività subacquee, canoa, canottaggio, pesca e vela in singolo. E’ vietato, però, utilizzare le strutture ad uso comune come spogliatoi, bagni, docce e bar, che devono restare chiuse.

PESCA SPORTIVA

Per chi pratica la pesca sportiva, l’ordinanza precisa che “è consentito svolgere sul territorio regionale, con i coresidenti e con l’obbligo di rientro alla sera, la pesca sportiva e ricreativa sia in acque interne che in mare o in spiaggia, a patto che sia svolta da persone abilitate all’esercizio della pesca sportiva e ricreativa in possesso di copia di comunicazione“.

RICETTIVITA’ ALBERGHIERA E SECONDE CASE

L’ordinanza consente inoltre la riapertura delle residenze turistiche alberghiere, locande, alberghi diffusi e affitta camere, bed & breakfast e case vacanze, per ospitare persone che si spostano per lavoro.

E’ poi permesso ai residenti in Liguriaraggiungere le seconde case, i camper o roulotte di proprietà per lo svolgimento delle attività di manutenzione e riparazione necessarie per la tutela delle condizioni di sicurezza e conservazione del bene“. Anche in questo caso, però, lo spostamento può avvenire soltanto con le persone che abitano nella stessa casa, non si possono superare i confini regionali ed è previsto l’obbligo di rientro in giornata.

La nuova ordinanza permette, infine, ai titolari di tutti gli esercizi commerciali ancora chiusi di raggiungere le proprie attività ed iniziare i lavori propedeutici alla riapertura.

Abbiamo equiparato – spiega il governatore Giovanni Toti alberghi, bed & breakfast e affitta camere consentendo loro di riaprire per i lavoratori che arrivano nella nostra regione, in connessione con la ripresa delle attività economiche dei cantieri, dell’edilizia pubblica e privata e impegnati in quelle attività consentite all’interno del Dpcm del governo“.

Inoltre, per agevolare lo sport – sottolinea Toti – abbiamo tolto ogni orario alle attività sportive e abbiamo stabilito che chi si reca nella seconda casa o nella propria barca per lavori di manutenzione, lo può fare con il nucleo convivente, come negli orti.  Così come sarà possibile riaprire i negozi di sport, di caccia e di pesca. Tutto questo – conclude il governatore – avviene all’interno delle indicazioni governative e della normativa vigente, mentre ci auguriamo che da lunedì prossimo tutto questo sia consentito nel mondo più ampio“.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione