La vela genovese piange la scomparsa di Adolfo Podestà: il ricordo di Andrea Henriquet

Addio al presidente del Comitato Circoli Velici Genovesi

25 Novembre 2021 | di Andrea Henriquet
Adolfo Podestà
Adolfo Podestà

Conobbi Adolfo durante una riunione che sarebbe diventata la prima del Comitato Circoli Velici Genovesi. Eravamo nella sede della Federazione Italiana Vela e io, in rappresentanza dei Saloni Nautici, incontravo tutti i circoli del Levante genovese per trovare una sinergia tra l’esigenza dei circoli di avere uno spazio invernale per le loro attività e l’impegno di Confindustria Nautica nel promuovere l’attività della vela.

Adolfo entrò per ultimo e molto “democraticamente” riuscì a prendere in giro tutti, compreso se stesso, con quell’ironia simpatica ed intelligente che imparai ad apprezzare come sua caratteristica caratteriale. Si capiva subito che lui non rappresentava l’interesse di un circolo (anche se era lì per quello) ma un interesse più trasversale: la volontà di fare il bene della vela, il bene dei ragazzi.

Negli anni seguenti dimostrò di volere davvero l’unione dei circoli, passaggio fondamentale per poter organizzare eventi e percorsi più importanti, riuscendo sempre a superare gli interessi specifici dei singoli. Genovese, molto genovese nel tenere un profilo basso ma determinato e disponibile, l’ho visto in mare in veste di giudice, di allenatore, di accompagnatore, sempre a suo agio, tranquillo e sicuro, con l’espressione di chi sta per fare una battuta per sdrammatizzare, per riportare tutti al buon senso, anche quando le pressioni e i malumori rischiavano di far alzare i toni.

Il mare di Genova era il suo mare, qualcuno direbbe la sua “comfort zone”, ma si completava solo se aveva un pubblico: ragazzi, altri istruttori, presidenti di circolo, amici. L’ultima volta che ci siamo visti è stato durante la preparazione dell’ultimo Salone Nautico. Ci ha salutato dicendo che probabilmente non lo avremmo rivisto al prossimo. Faceva fatica a parlare per il male che aveva ma a rimanere senza parole siamo stati noi, non lui. Adolfo aveva sempre l’ultima battuta.

Ciao Adolfo.

Argomenti: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione