Primo giorno di vacanza a Porto Cervo: finiscono su una secca e lo yacht affonda

Probabilmente una manovra sbagliata ha portato lo yacht in una secca in Costa Smeralda. L’imbarcazione ha iniziato a imbarcare acqua ed è affondata

19 giugno 2019 | di Giuseppe Orrù
Lo yacht affondato nel Golfo del Pevero, a Porto Cervo
Lo yacht affondato nel Golfo del Pevero, a Porto Cervo

Era il loro primo giorno di vacanza nelle acque cristalline della Costa Smeralda, in Sardegna. Ma hanno dovuto fare ritorno in porto con un tender, dopo che il loro yacht è affondato. Brutto incidente al largo del Golfo del Pevero, a Porto Cervo, per un gruppo di diportisti che si trovava a bordo di uno yacht Abbate G46.

Probabilmente a causa di una manovra errata, la loro imbarcazione è finita in una secca e, subito dopo essersi incagliata, ha iniziato a imbarcare acqua. A bordo si trovavano due uomini e due donne, che proprio con l’uscita sull’Abbate G46 avevano aperto la loro stagione diportistica.

Gli occupanti sono stati soccorsi dal tender di uno yacht che si trovava a largo del golfo e che ha accompagnato ospiti e comandante in porto, dove ad attenderli c’era un’ambulanza del 118. Fortunatamente però, a parte il comandante che è rimasto lievemente ferito, le altre persone che si trovavano a bordo dello yacht non ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari.

Nel frattempo, in acqua, gli uomini della Guardia Costiera hanno coordinato le operazioni di recupero del natante, per scongiurare possibili danni ambientali. L’imbarcazione, lunga 14,10 metri, è stata portata nei cantieri navali di Porto Cervo, dove è stata messa in sicurezza.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione