Arte per gli oceani: il progetto di Van Orton Design per la barca a vela di 11th Hour Racing Team

Ecco l’IMOCA 60 da regata oceanica di 11th Hour Racing, trasformato in una grande opera d’arte in movimento sulle onde

10 Settembre 2021 | di Marcella Ottolenghi

L’organizzazione no profit americana 11th Hour Racing,  specializzata nella protezione degli ambienti marini, dal 2019 sostiene un omonimo team di vela oceanica che, partecipando alle più famose regate mondiali, promuove nelle comunità sportive e locali la sua azione e divulga il concetto di sostenibilità nella nautica.

La sua ultima barca, una IMOCA 60 guidata da Charlie Enright e da Pascal Bidégorry, sta per partecipare alla francese Défi Azimut in partenza da Lorient, per poi prendere parte a novembre alla Transat Jacques Vabre dalla Francia alla Martinica. Ma la novità questa volta, oltre alla tecnologia all’avanguardia e ai sistemi di costruzione sostenibili dell’imbarcazione, risiede anche nella concezione estetica, pensata per stimolare un maggiore interesse per l’operato dell’organizzazione.

Lavoriamo nello sport e nella filantropia – spiega Alessandra Ghezzi, direttore della comunicazione di 11th Hour Racingper ispirare soluzioni per la salvaguardia degli oceani. Partecipare alle più importanti regate oceaniche, che attirano milioni di spettatori in tutto il mondo, rappresenta un’opportunità unica di coinvolgere un pubblico più ampio”.

“La più grande risorsa del team – sottolinea Ghezzi – è oggi la sua splendida nuova barca, perciò abbiamo deciso di incorporarvi i nostri valori, attraverso un’immagine unica e artistica, con l’obiettivo di ispirare, informare e spingere le persone ad agire e ad avere un impatto positivo sull’ambiente”.

Così sono stati coinvolti due fratelli (gemelli), Stefano e Marco Schiavon, in arte Van Orton Design, in una collaborazione originale: interpretare il tema portante delle azioni di 11th Hour Racing – “ciò che sta sotto alla superficie ci collega tutti” – riportando sullo scafo e soprattutto sulla randa un enorme disegno ispirato al logo dell’associazione, agli animali marini e agli elementi naturali legati all’acqua. Insieme a loro, lo specialista francese di yacht design Jean-Baptiste Epron ha studiato gli effetti del trasferimento di un’opera d’arte sulle superfici di una barca da regata.

“Veniamo dal mondo digitale – spiega il duo di artisti torinesi – ed eravamo estremamente intrigati dall’idea che una illustrazione fatta al computer potesse assumere dimensioni così grandi. Ciò che ci ha stimolato ancora di più è stato essere coinvolti in un progetto che abbraccia il mondo naturale e la possibilità di dare un piccolo contributo alla causa del team per la conservazione degli oceani“.

Giocando con il numero 11 e i dodici punti del logo, che rappresentano un orologio segnante lo scorrere del tempo nella corsa contro il mutamento del clima, i Van Orton Design si sono concentrati sulle emozioni positive che il mondo marino può trasmetterci, disegnando a colori forti con il loro tipico stile cosiddetto “gothic-pop”.

“Amiamo le cose luminose e audaci – sottolineano i gemelli Schiavon – e crediamo che i colori rendano l’artwork di grande impatto e molto fresco, evidenziando anche il messaggio positivo e pieno di speranza che 11th Hour Racing vuole lanciare. Oltre alla tavolozza che usiamo di solito, abbiamo usato molte tonalità di blu e il colore caratteristico della squadra, l’arancione vivo”.

La livrea, colorata e allegra, filerà sulle onde come un quadro in movimento, per incuriosire e di conseguenza coinvolgere quante più persone possibile. Un progetto fuori scala – la superficie della sola randa è di oltre 151 metri quadrati – che renderà immediatamente riconoscibile la barca di 11th Hour Racing, aumentando la consapevolezza di spettatori e partecipanti delle regate nei confronti dell’ormai imprescindibile questione della salute dei mari di tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione