Tensione Usa-Cina: la lotta per il controllo del Pacifico riaccende la rivalità

Pechino vorrebbe avere pieno controllo degli arcipelaghi presenti nel Mar Cinese meridonale e in quello orientale, categorica la risposta americana "gli Stati Uniti intendono restare la principale potenza militare nell'Asia Orientale per decenni a venire ".

1 Giugno 2015 | di Redazione Liguria Nautica

Confronto Cina-UsaLe acque attorno alle Isole Spratly sono il nuovo palcoscenico dello scontro tra due superpotenze del passato e del futuro: Cina e Stati Uniti.
In questi atolli del Pacifico ci si gioca la supremazia su un’area commerciale, energetica e strategica di primaria importanza a livello mondiale. Una scacchiera che appare parecchio trafficata, infatti anche le Filippine, Taiwan e Brunei, oltre al Giappone, aspirano a questi possedimenti.
La Cina con diverse operazioni militari ha più volte provocato i suoi vicini, per questo sono intervenuti gli Stati Uniti, anch’essi indirettamente interessati. Il segretario americano alla Difesa Ashton Carter ha intimato alla Cina di “fermare immediatamente e permanentemente costruzioni e rivendicazioni contrarie sia al diritto che alle norme internazionali”, ma la risposta di Pechino è stata gelida: “nessuno ha il diritto di dire alla Cina cosa fare”, questo il commento del portavoce del ministero degli Esteri Hua Chunying.

 

Le Spratly, ribattezzate così dall’ammiraglio inglese Richard Spratly, che andò a incagliare in secca una delle sue navi nel 1843, non hanno abitanti indigeni, ma soltanto piccoli insediamenti militari, piazzati dalle nazioni che le reclamano come proprie. Il controllo cinese sarebbe un colpo pesantissimo per l’egemonia del Pacifico, un colpo che intaccherebbe le aspirazioni americane di controllare totalmente i traffici oceanici.

 

Ashton Carter resosi conto delle intenzioni della Cina di ampliare i propri possedimenti ha subito dichiarato “gli Stati Uniti intendono restare la principale potenza militare nell’Asia Orientale per decenni a venire”. In questi mesi, le due nazioni si sono tallonate vicendevolmente, al fine di scrutare la minima mossa dell’avversario con la chiara intenzione di giocare d’anticipo. Una partita a scacchi, mossa contro mossa: un risiko strategico che fa da copertina a qualcosa di più profondo.
Il confronto Cina-America si gioca anche su altri fronti di natura economica e finanziaria, questa collana di scogli potrebbe essere solo l’inizio.

La chiusa del colonnello Zhao Xiaozhuo lascia intendere quanto la questione sia sentita, e quanto essa possa generare nuovi sviluppi: “se la linea Usa è che la Cina deve fermarsi e obbedire una guerra nel Mar cinese meridionale è inevitabile.

Paolo Bellosta

Argomenti: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione