Alluvione nello spezzino: frane, esondazioni, morti e dispersi

Continua a salire il numero dei dispersi a causa dell'alluvione che si sta abbattendo nel levante ligure: 4 morti a Borghetto Vara, la Regione Liguria ha chiesto alla Protezione Civile l'intervento dei vigili del fuoco delle regioni limitrofe

25 ottobre 2011 | di Redazione Liguria Nautica

Il maltempo ritorna a imperversare sulla Liguria, facendo precipitare la situazione soprattutto nella zona di levante. Due i dispersi nella zona delle Cinque Terre, a Vernazza: pare che i due siano stati travolti dall’acqua mentre stavano viaggiando in auto. Una comitiva di turisti ha perso di vista due persone, sempre a Vernazza, mentre a Borghetto Vara due donne sono state viste nei pressi del fiume Vara e poi sono scomparse alla vista. Pare che siano 4 i morti confermati nello stesso paese, si legge sul sito del Secolo XIX, secondo fonti vicine ai Carabinieri.

 

Poi c’è stata la frana tra due gallerie, nel tratto di A12 tra Brugnato e Carrodano, dove a partire dalle 10 di stamane si sono abbattuti violentemente più di 400 millimetri d’acqua. Sotto la valanga di pietre e fango è rimasto intrappolato un tir (dopo essere stato rovesciato dalla stessa), il cui conducente si trova ancora all’interno della cabina di guida. L’autostrada è bloccata in entrambe le direzioni, da Sestri Levante fino al collegamento con la La Spezia-Parma. Traffico interrotto anche sull’Aurelia nella provincia spezzina mentre, sempre per una frana, è bloccata anche la circolazione dei treni tra Levanto e Corniglia.

 

La Regione Liguria per far fronte all’emergenza ha chiesto alla Protezione Civile l’intervento dei pompieri delle regioni limitrofe. I paesi isolati ammontano a 7, colpiti da frane e smottamenti tra Levanto, Monterosso e Vernazza. A Brugnato è esondato il torrente Vara, costringendo alcuni abitanti a rifugiarsi sul tetto delle abitazioni. È stato richiesto l’intervento degli elicotteri della Marina Militare.

 

Decine di persone sono state fatte evacuare dalle proprie abitazioni a Fiumaretta, Bocca di Magra e Cafaggio per l’ondata di piena del fiume, prevista in serata. Il fiume, che scorre nell’omonima valle e sfocia nei pressi della Spezia, ha raggiunto quota 6 metri e 62 centimetri, mezzo metro in più rispetto all’alluvione di 2 anni fa. Per tutte le barche ormeggiate in loco si prospetta una notte molto difficile. Crolla anche un ponte a Stadano (Massa-Carrara) proprio presso la foce del Magra.

 

 

e.r.

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

Containers volanti al Nuovo Borgo Terminal

  • 11 novembre 2014

Le fortissime raffiche hanno causato il "volo" di alcuni container, che sono caduti in prossimità di una pista ciclabile, fortunatamente deserta in quel momento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento

  1. […] dalla Val di Magra, sappiamo cosa la nostra gente sta passando. Grazie per la vostra attenzione. Liguria Nautica __________________ Non chiedete cosa possa fare il paese per voi: chiedete cosa potete fare voi […]

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione