euRathlon 2015

Robot terrestri, aerei e sottomarini si sono sfidati in un evento internazionale ispirato alla gestione di una catastrofe nucleare come quella di Fukushima del 2011.

2 ottobre 2015 | di Paolo Gemelli

Oltre 40 robot e 120 concorrenti hanno parecipato, dal 17 al 25 Settembre ad euRathlon ‘15 Grand Challenge: 90 ore di competizione robotica aperte al pubblico nello scenario della Centrale ENEL di Tor del Sale. L’evento, finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Settimo Programma Quadro (7PQ) e organizzato dal Centro NATO per la Ricerca Marittima e la Sperimentazione (CMRE) della Spezia su mandato del consorzio euRathlon, si è basato su una sfida tra robot terrestri, aerei e sottomarini ispirata all’incidente di Fukushima del 2011.

Nel corso delle prove, i robot hanno svolto le operazioni necessarie negli istanti immediatamente successivi ad una catastrofe nucleare simulata. Raccolta dei dati, identificazione delle criticità e dei pericoli, ricerca dei dispersi e di eventuali perdite pericolose per l’ambiente, il tutto in una gara contro il tempo.

Alla manifestazione hano partecipato ospiti internazionali come Shinji Kawatsuma, direttore del Demonstration Test Department del Settore Ricereca e Sviluppo della Japan Atomic Energy Agency a Fukushima, e il Professor Satoshi Tadokoro, presidente eletto della IEEE Robotics and Automation Society, importantissimaassociazione di settore.

A conclusione della competizione, il coordinatore del Progetto Alan Winfield dell’Università of the West of England di Bristol ha dichiarato “euRathlon 2015 è stato un vero successo. Circa 120 partecipanti di 16 squadre hanno messo in campo oltre 40 robot in uno scenario estremamente realistico e complesso. Hanno tutti lavorato sodo per dimostrare le capacità dei propri veicoli nella ricerca e salvataggio in situazioni di crisi ed è stato grandioso vederli cooperare per creare team più grandi ed efficaci o semplicemente aiutarsi”. “euRathlon 2015 deve il suo successo – ha concluso – ovviamente non solo a loro ma anche a tutto lo staff che ha reso la gara possibile. Sono onorato di aver potuto lavorare con questi professionisti”.


Ecco i risultati della competizione:

GRAND-CHALLENGE 2015
I premio del valore di 10mila euro alla squadra multidominio creata ad hoc per affrontare questa difficile sfida Cobham (Germania), Università di Girona (Spagna), ISEP/INESC TEC (Portogallo)
II premio pari merito a Bebot (Svizzera) + TomKyle (Germania)
II premio pari merito a ICARUS (Belgio, Germania, Polonia, Portogallo, Spagna)
PREMIO SPECIALE IEEE (sponsor) PER AUTONOMIA
ICARUS (Belgio, Germania, Polonia, Portogallo, Spagna)
PREMIO SPECIALE IEEE (sponsor) PER COLLABORAZIONE MULTI-ROBOT
ICARUS (Belgio, Germania, Polonia, Portogallo, Spagna)
PREMIO SPECIALE TEXAS INSTRUMENTS (sponsor) per INNOVAZIONE
Scenario terrestre: Bebot (Svizzera)
Scenario marino: Università di Girona (Mare)
Scenario aereo: ICARUS (Belgio, Germania, Polonia, Portogallo, Spagna)
PREMIO SAUC-Europe (per squadre composte almeno al 75% da studenti)
I premio a Università di Girona (Spagna)
II premio a ENSTA Bretagne I (Francia)
III premio a TomKyle (Germania)
COMPETIZIONE A DOPPIO DOMINIO TERRA-ARIA
I premio a Cobham (Germania) e ISEP/INESC TEC (Portogallo)
II premio a ICARUS (Belgio, Germania, Polonia, Portogallo, Spagna)
COMPETIZIONE A DOPPIO DOMINIO TERRA-MARE
I premio a Cobham (Germania) e Università di Girona (Spagna)
II premio a ICARUS (Belgio, Germania, Polonia, Portogallo, Spagna)
III premio a TomKyle (Germania) e Bebot (Svizzera)
COMPETIZIONE A SINGOLO DOMINIO Mare 1
I premio a Università di Girona (Spagna)
II premio a ENSTA Bretagne I (Francia)
III premio a AUGA (Spagna)
COMPETIZIONE A SINGOLO DOMINIO Mare 2
I premio a Università di Girona (Spagna)
II premio a ENSTA Bretagne I (Francia)
III premio a AUGA (Spagna)
COMPETIZIONE A SINGOLO DOMINIO Aria 1
I premio a ICARUS  (Belgio, Germania, Polonia, Portogallo, Spagna)
II premio a ISEP / INESC TEC (Portogallo)
III premio pari merito a ENSTA 1 e 2 (Francia)
COMPETIZIONE A SINGOLO DOMINIO Aria 2
I premio ENSTA 1 (Francia)
II premio ENSTA 2 (Francia)
COMPETIZIONE A SINGOLO DOMINIO Terra 1
I premio pari merito a Bebot (Svizzera) e Cobham (Germania)
III premio a SARRUS (Spagna)
COMPETIZIONE A SINGOLO DOMINIO Terra 2
I premio a Cobham (Germania)
II premio a pari merito ICARUS (Belgio, Germania, Polonia, Portogallo, Spagna)
II premio a pari merito Bebot (Svizzera)
Paolo Andrea Gemelli

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione