Riaperto a Genova il punto vendita dell’Istituto Idrografico della Marina Militare

Inaugurato il rinnovato ufficio vendite all’interno della stazione marittima di Ponte dei Mille. Si possono trovare documenti, libri e cimeli

1 febbraio 2019 | di Giuseppe Orrù
L'interno del punto vendita dell'Istituto Idrografico
L'interno del punto vendita dell'Istituto Idrografico

Documenti nautici, mappe, libri, la mitica Agenda Nautica, portolani e oggettistica. Per gli appassionati del genere è davvero una buona notizia l’inaugurazione a Genova del rinnovato Ufficio Vendite “Nautica” dell’Istituto Idrografico della Marina.

Il punto vendita “Nautica” genovese, dopo un periodo di chiusura per lavori di ristrutturazione, è stato completamente rinnovato ed è tornato a essere un punto di riferimento per la nautica civile, commerciale e da diporto per l’acquisto dei vari prodotti editoriali dell’Istituto Idrografico come le carte e i documenti nautici, l’Agenda Nautica, i libri e i manuali di settore, oltre che ad essere, nella sua nuova veste, un piccolo polo museale.

Gli ambienti dedicati, all’interno della Stazione Marittima di Ponte dei Mille, sono stati infatti allestiti con i cimeli storici dell’Istituto Idrografico, come le matrici di rame per la stampa delle carte nautiche, gli strumenti nautici, astronomici, idrografici e geodetici, le riproduzioni di immagini d’epoca e le mappe storiche, che i visitatori potranno ammirare a testimonianza del contributo ultracentenario che la Marina Militare fornisce alla collettività, grazie all’eccellenza che lo stesso Istituto Idrografico rappresenta, per garantire la sicurezza della navigazione e svolgere attività di ricerca legate al mare e alla tutela dell’ambiente marino.

La cerimonia presieduta dal Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Valter Girardelli, ha visto la partecipazione delle autorità civili e militari locali e regionali. A tagliare il nastro sono stati il sindaco di Genova, Marco Bucci e il Capo di Stato Maggiore della Marina, alla presenza del prefetto, del presidente della Regione Liguria e con la benedizione del vescovo ausiliare della Diocesi di Genova. Una forte presenza istituzionale per rinnovare e rinforzare il legame storico che esiste tra la città e la Marina Militare, che con il suo Istituto Idrografico è presente a Genova dal 1872.

L’Istituto Idrografico nei quasi 150 anni di storia, annovera infatti nelle sue maestranze nomi di generazioni di liguri e genovesi che hanno dato vita alla tradizione cartografica nazionale, facendola evolvere e giungere fino ai giorni nostri con grande passione e capacità, portandola all’avanguardia mondiale.

La breve cerimonia ha restituito alla cittadinanza un punto di incontro e di riferimento dell’arte di andar per mare e un pezzo di storia della città di Genova e del suo Istituto Idrografico.

Oggi la sede di “Nautica” si presenta completamente rinnovata e trasformata in un vero flagship store dell’Istituto Idrografico, al servizio della collettività, sia per la vendita dei documenti nautici, sia quale punto di riferimento per eventi, informazioni e workshop di carattere tecnico-scientifico.

L’esposizione dei cimeli storici dell’Istituto Idrografico posta all’interno, fa da cornice e testimonia come la Marina Militare operi, da sempre, in favore della conoscenza del mare, della tutela dell’ambiente marino e della sicurezza della navigazione.

UNA STORIA PARTITA DA GENOVA

L’Istituto Idrografico della Marina, infatti, fu fondato a Genova nel 1872, con sede a Forte San Giorgio, costruito su uno dei bastioni della cerchia muraria cinquecentesca. Da allora è responsabile del servizio idrografico nazionale e della produzione di tutta la documentazione nautica ufficiale, sia cartacea che digitale, relativa ai mari italiani. Gli uffici idrografici erano situati a La Spezia, Napoli, Taranto, Brindisi, Venezia e Messina e Cagliari.

I loro compiti erano tali e tanti da permettere loro di affiancare e coadiuvare la sede centrale di Genova nell’azione di supporto alle unità militari e mercantili soprattutto per quanto concerneva l’aggiornamento della cartografia nautica, il corretto funzionamento della strumentazione e l’osservazione delle regole per la sicurezza della navigazione. Di questi uffici idrografici, oggi restano aperti solamente quello di La Spezia e quello di Taranto, quest’ultimo adibito anche alla vendita al pubblico.

 

Foto: Marina Militare

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento

  1. Gaetano Dieni ha detto:

    Complimenti per l’articolo è la bella notizia.
    Sarebbe stato utile avere anche gli orari di apertura.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione