Salone Nautico di Genova: “Sarà una grande edizione nonostante il Coronavirus”

Il presidente di Confindustria Nautica Saverio Cecchi e il vice presidente Piero Formenti parlano della 60ª edizione del Salone Nautico di Genova, previsto dal 1° al 6 ottobre

23 Maggio 2020 | di Giuseppe Orrù
Salone Nautico di Genova
Il Salone Nautico di Genova

La vera sfida del prossimo Salone Nautico di Genova, la 60ª edizione, la prima ai tempi del Covid-19, non sarà tanto riuscire a farlo (su questo c’è abbastanza ottimismo), ma a riuscire a dargli il giusto livello di internazionalità che si merita e che ha sempre avuto. Ancora di più in questo momento storico.

In una video conferenza stampa con i vertici di Confindustria Nautica si è parlato della prossima edizione del più grande boat show del Mediterraneo. Dopo aver annunciato lo spostamento di date, che vedrà la 60ª edizione del Salone Nautico celebrarsi dal 1° al 6 ottobre, ora serve uno slancio per portare le aziende nautiche italiane in una vetrina grande come il mondo e, allo stesso tempo, accogliere aziende, diportisti e professionisti esteri all’ombra della Lanterna.

Abbiamo spostato la data, dall’1 al 6 ottobre – spiega Saverio Cecchi, presidente di Confindustria Nautica – per lasciare ai cantieri altri 15 giorni per ultimare, eventualmente, i modelli da portare a Genova in esclusiva“. Nei mesi scorsi c’è stato un fitto confronto tra il governo e l’associazione nazionale di categoria, che ha portato alla graduale riapertura di tutta la filiera nautica, fino alla riapertura della navigazione da diporto. Ma si è parlato anche di Salone? “Con il governo abbiamo parlato – spiega Cecchi – ma soltanto con l’Agenzia Ice (Istituto nazionale per il commercio estero, ndr) per quanto riguarda eventuali finanziamenti, non direttamente con Palazzo Chigi“.

Però – aggiunge il presidente di Confindustria Nautica – siamo in stretto contatto con le istituzioni genovesi, dal presidente Toti al sindaco Bucci, che fortemente vogliono il Salone, quanto lo vogliamo noi.  Se Cannes, come ha detto, farà il salone, noi abbiamo ancora più chance, perché abbiamo più spazi espositivi rispetto a Cannes e altri saloni come Monaco. Il nostro direttore commerciale Alessandro Campagna sta già lavorando alle soluzioni per garantire il Salone in sicurezza, con vari protocolli“.

Il metodo di lavoro che ha portato alla riapertura della nautica sarà applicato anche per il Salone. “Quello che Roberto Neglia (responsabile dei rapporti istituzionali di Confindustria Nautica, ndr) ha fatto per far riaprire aziende e negozi e per far andare i diportisti in mare – sottolinea Cecchi – ci permetterà anche di poter fare il Salone. Perché stiamo parlando del 60° Salone Nautico e quindi è importante e, vi posso assicurare, sarà un grandissimo Salone, sempre in sicurezza, rispettando le regole“.

L’associazione di categoria, dopo questi sforzi, invoca da Roma degli aiuti per dare a questo appuntamento la giusta “efficacia” che merita sulla scena internazionale. “Siamo convinti di poter fare il Salone di Genova – dichiara Piero Formenti, vice presidente di Confindustria Nautica – lo do per scontato e spero che le istituzioni capiscano quanto sia importante a livello internazionale. Quando si parla di internazionalizzazione delle industrie, quelle della piccola nautica in particolare, Genova è fondamentale“.

Il governo dovrà quindi fare la sua parte. “Saranno fondamentali – sostiene Formenti – aiuti e supporti straordinari per il Salone e per gli espositori. Saranno fondamentali per ripartire, anche per gli altri Saloni, ma soprattutto per Genova, che per noi è quello più importante e quest’anno lo sarà ancora di più per la piccola e la grande nautica. Pur essendo un salone nazionale, il più importante del Mediterraneo e il secondo in Europa, è importante che il Salone di Genova venga considerato dall’Agenzia Ice e dal Ministero per lo Sviluppo economico anche un salone internazionale, come promozione dell’internazionalità. E’ questo quello su cui stiamo lavorando“.

 

Giuseppe Orrù

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione