“La mia lunga storia con il mare”: nel libro di Alex Carozzo il racconto del marinaio “umile esploratore”

Un marinaio atipico, anzi, “un’umile esploratore”, come ama definirsi egli stesso, che racconta la sua vita in mare. E’ il genovese, ma veneziano di adozione, Alex Carozzo, che torna in libreria con “La mia lunga storia con il mare” (300 pagine, 21 euro), pubblicato da Edizioni Il Frangente.

Una vita in mare, prima imbarcato come ufficiale di Marina Mercantile, poi come progettista e costruttore di barche a vela e catamarani con cui regatare, fino a diventare il primo navigatore solitario italiano. Ma tra i tanti “titoli” che gli competono, quello che più gli si addice è “uomo libero”.

“La mia lunga storia con il mare” è il racconto di un marinaio atipico, con una lunga storia alle spalle. La sua passione totalizzante per il mare si esprime attraverso gli yacht che ha costruito, i viaggi che ha compiuto su tutti gli oceani e i grandi personaggi che ha incontrato, da Raul Gardini a Rudy Choy, Reinhold Messner o Agostino Straulino, solo per citarne alcuni.

Un autodidatta, senza riconosciuti titoli professionali, un uomo libero. Le sue storie toccano profondamente il suo privato e personalissimo legame con il mare, in cui il marinaio e l’uomo si incontrano e si interrogano. La sua indole inquieta lo porta a indagare nuove dimensioni per un’esistenza libera dai vincoli della vita “normale” e nel mare trova l’elemento ideale per le sue esplorazioni filosofiche e religiose. La storia avventurosa di un umile esploratore, piccole e grandi verità personali, ma utili e necessarie a tutti i suoi compagni di navigazione, nel mare del nostro oceano interiore.

In trenta capitoli, che Carozzo finisce di scrivere in piena pandemia, l’11 marzo 2020, quando ha raggiunto gli 88 anni e 47 giorni di vita, si leggono ampi stralci di un diario di bordo di navigazioni fantastiche, di personaggi incredibili da incontrare, con cui l’autore ha condiviso alcune miglia nel pozzetto della sua barca. Carozzo, nell’epilogo, confida al lettore di poter presentare il suo libro al Salone del Libro di Torino, il 15 maggio 2020, ma c’è l’incertezza della pandemia. E tutti sappiamo purtroppo com’è andata a finire.

Alex Carozzo alle prese con il timone di emergenza sul San Marco

Non importa, ora il libro di Carozzo è uscito e “l’umile esploratore” ha voluto condividere con tutti le sue esplorazioni nell’oceano interiore. Il libro è disponibile anche in e-book.

L’AUTORE – ALEX CAROZZO

Alex Carozzo è nato a Genova nel 1932, per poi trasferirsi a Venezia con la famiglia all’età di 3 anni. Respira da sempre aria di mare. ​Uscito dall’Accademia Militare di Livorno, inizia la sua carriera nella Marina Mercantile. Nel 1965 progetta e costruisce nella stiva della nave su cui è imbarcato come primo ufficiale il Golden Lion, una barca di 10 metri con la quale attraverserà il Pacifico da Tokyo a San Francisco. Da questa avventura nasce il suo primo libro, “Qualsiasi oceano va bene”.

Inizia così a dedicarsi alla progettazione e alla costruzione di barche a vela, con le quali partecipa, unico italiano, alle grandi regate oceaniche in solitaria: nel 1968 la OSTAR a bordo del catamarano San Giorgio e nello stesso anno la Golden Globe Race con il Gancia Americano. Nel 1978, con equipaggio, prende parte anche alla Parmelia Race, a bordo del Golden Lion II.

Il desiderio di recuperare la dimensione più semplice e materica della navigazione lo spinge a riadattare una lancia di salvataggio rottamata e attraversare l’Atlantico col minimo dei mezzi: soltanto una bussola, un sestante, una radiolina e una scultura indonesiana come compagno. A bordo di Zentime percorre 3850 miglia in quaranta giorni, da Las Palmas a San Salvador, dando vita al libro “Zentime Atlantico”.

Primo navigatore solitario italiano e tra i più grandi nel panorama internazionale, Alex Carozzo è anche traduttore e disegnatore, marinaio poliedrico e uomo di grande cultura, non solo marinara.

La copertina del libro

La mia lunga storia con il mare

di Alex Carozzo

Edizioni Il Frangente, Verona, 2021

Pagine: 300, con inserto fotografico a colori

21,00 euro.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione