Milano-Sanremo: tutti in gara pedalando (da casa) con la virtual experience di Garmin

Anche se annullata a causa del Coronavirus, la Milano–Sanremo c’è ugualmente. Grazie a Garmin Edge, è possibile pedalare gli ultimi 57 km della Classicissima di primavera. Ecco come fare

19 Marzo 2020 | di Giuseppe Orrù
La Milano-Sanremo diventa virtuale
La Milano-Sanremo diventa virtuale

Il decreto governativo relativo al Coronavirus ha costretto gli organizzatori a rimandare a data da destinarsi (si parla di questa estate, a patto di trovare uno spazio libero nel calendario delle gare) la Milano-Sanremo, i 298 chilometri in biciletta che aprono la stagione del ciclismo professionistico in Italia.

La gara si sarebbe dovuta svolgere sabato 21 marzo. Ma ora, grazie a Garmin, che ha coniato l’hashtag #iopedaloacasa, tutti potranno partecipare agli ultimi chilometri della Classicissima di primavera, che sono anche i più entusiasmanti.

Sabato 21 marzo, dalle 11 alle 18, grazie alla tecnologia Garmin Edge e Tacx, gli appassionati potranno vivere un’esperienza unica pedalando gli ultimi 57 km della corsa, da Alassio a Sanremo con i Tre Capi, la Cipressa e il Poggio fino all’arrivo in via Roma, nel centro della città dei fiori.

RCS Sport insieme a Garmin Edge e Tacx ha creato la Milano-Sanremo Virtual Experience. Un’opportunità che la tecnologia offre per poter vivere una delle grandi Classiche Monumento del ciclismo mondiale, pedalando virtualmente sul percorso.

Come iscriversi e collegarsi

Per rivivere da protagonista gli ultimi emozionanti chilometri della Milano-Sanremo è indispensabile possedere una doppia strumentazione: da una parte un ciclocomputer Garmin Edge compatibile (come Edge 520, Edge 530, Edge 820, Edge 830, Edge 1000 e Edge 1030), che ospiterà il tracciato su cui pedalare e dall’altra uno smart trainer di nuova generazione come un rullo interattivo Tacx o di altri brand ma con le stesse funzionalità, dove applicare la bicicletta.

Per accedere al percorso l’utente dovrà entrare gratuitamente nel portale Garmin Connect, iscriversi al gruppo “Milano-Sanremo Virtual Experience” e dal calendario del gruppo dovrà cliccare sul box del giorno 21 marzo.

Una successiva finestra lo guiderà verso il download della traccia, che andrà installata sul proprio Edge, a sua volta preventivamente “accoppiato” con il rullo. In questo modo il ciclista pedalerà simulando esattamente le stesse salite e discese della parte finale della Classifica Monumento di inizio primavera.

Per gli utenti Tacx Desktop App sarà possibile importare la traccia anche nella propria piattaforma e pedalare così davanti ad uno schermo (computer, tablet e smartphone) in modalità mappa satellitare, così da rendere l’esperienza virtuale della MilanoSanremo ancora più immersiva.

Pedalare da casa grazie alla tecnologia Garmin

Pedalare da casa grazie alla tecnologia Garmin

Tutti gli iscritti al gruppo “Milano-Sanremo Virtual Experience” parteciperanno automaticamente alla sfida degli infaticabili: a chi realizzerà più chilometri nella settimana dal 22 al 29 marzo (a prescindere dal tracciato scaricato), Garmin assegnerà uno speciale riconoscimento.

RCS Sport, organizzatore della Milano-Sanremo e del Giro d’Italia, premierà tutti coloro che parteciperanno alla Virtual Experience con uno sconto di 10 euro per l’iscrizione alla Gran Fondo “Il Lombardia 2020”.

Gli ultimi 57 km della Milano-Sanremo

Dopo la classica sequenza dei Capi (Mele, Cervo e Berta), si affrontano le due salite inserite negli ultimi decenni: Cipressa (1982) e Poggio di Sanremo (1961).

La Cipressa misura 5,6 km ad una pendenza media del 4,1% e presenta una discesa molto tecnica che riporta sulla SS1 Aurelia. A 9 km dall’arrivo inizia la salita del Poggio di Sanremo (3,7 km a meno del 4% di pendenza media con punte dell’8% nel tratto che precede lo scollinamento).

Dopo la discesa gli ultimi 2 km su lunghi rettilinei cittadini. Da segnalare a 850 metri dall’arrivo una curva a sinistra su rotatoria e ai 750 metri dall’arrivo l’ultima curva che immette sul rettilineo finale di via Roma, tutto su fondo in asfalto.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione