Tankoa al lavoro per il quarto 50m S501Hybrid. Il cantiere genovese punta a raddoppiare la produzione

La realizzazione del Tankoa S501Hybrid è compiuta al 40%, con scafo e sovrastruttura ultimati e assemblati, mentre è in corso l'installazione dei motori principali

26 Ottobre 2020 | di Manuela Sciandra

Il prestigioso cantiere genovese Tankoa Yachts sta procedendo a pieno regime con la costruzione on spec dell’S501Hybrid, quarta unità della serie di 50 metri disegnata da Francesco Paszkowski e sister-ship ibrida interamente in alluminio del 50m M/Y Olokun.

Attualmente la sua realizzazione è compiuta al 40%, con scafo e sovrastruttura ultimati e assemblati, mentre sono iniziati i preparativi per l’allestimento ed è in corso l’installazione dei motori principali. La consegna è in programma per la fine del 2021.

Costruito sulla base dell’esperienza con Bintador, questo yacht possiede però una propulsione ibrida sviluppata da MAN in collaborazione con Siemens, che assicurerà ben tre modalità di navigazione: diesel-tradizionale, diesel-elettrica e full-electric.

Agli aggiornamenti sull’S501Hybrid si aggiunge poi la notizia della decisione di Tankoa di ampliare la produzione. Il cantiere genovese sta infatti pianificando di espandere la capacità produttiva nel corso dei prossimi 3-4 anni tramite l’acquisizione di una struttura adiacente al suo attuale cantiere di Genova o in un’altra zona tra Liguria e Toscana.

“Ci stiamo preparando – spiega Vincenzo Poerio, Ceo di Tankoa – per far crescere l’azienda in modo sostenibile per ottimizzare i costi operativi e aumentare la nostra quota di mercato. Ovviamente fare buon business significa ripartire le spese fisse generali su tre o più progetti da costruire ogni anno, invece di uno o due”.

“Rimarremo – sottolinea Poerio – un cantiere boutique ma ancora più flessibile quando si parla di customizzazione, un tratto distintivo di Tankoa, specialmente in un momento nel quale altri marchi hanno intrapreso strade diverse e iniziano a fare resistenza di fronte alle richieste di modifiche dei clienti”.

Il nuovo business plan si propone essenzialmente di raddoppiare la produzione attuale ed è basato su un modello 4+2, secondo il quale ci sarebbero, nello stesso momento, quattro yacht in allestimento e due nuovi progetti in costruzione.

Tankoa sta inoltre rinnovando il suo management, con la nomina di Claudio Corvino a Sales & Business Development Manager per i mercati delle Americhe e Asia-Pacifico. Corvino ha accumulato una grande esperienza commerciale nel mondo dello yachting, lavorando con Oyster, Admiral e, più recentemente, Benetti.

Ma anche la flotta Tankoa è destinata a crescere. Il cantiere genovese ha infatti annunciato che sta lavorando sul modello T450, un 45 metri full displacement disegnato da Giorgio M. Cassetta, anche se Poerio non esclude la costruzione di yacht più piccoli allo scopo di facilitare la crescita produttiva. Con due yacht di 70 metri e tre di 50 metri già consegnati, il cantiere si concentrerà proprio sul segmento di mercato di yacht custom da 45 a 70 metri.

“Ultimo ma non ultimo – conclude il Ceo di Tankoa – abbiamo l’intenzione di continuare a costruire on spec. Oggi i clienti non vogliono aspettare fino a tre anni per la consegna del loro nuovo yacht. Iniziare lo scafo e la sovrastruttura on spec significa poter ridurre il tempo di consegna di almeno 12 mesi ma anche semplificare i programmi di produzione per utilizzare al meglio le nostre risorse”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione