C’é anche la promessa del surf Alexander ‘Zander’ Venezia tra le vittime di Irma

Il ragazzo è stato travolto dalle onde e ha sbattuto violentemente la testa

11 settembre 2017 | di Redazione Liguria Nautica
Alexander 'Zander' Venezia travolto da Irma
Alexander 'Zander' Venezia

Alexander ‘Zander’ Venezia aveva solo sedici anni ma era molto conosciuto tra gli appassionati di surf. Era più che una promessa, una stella nascente di questo sport, che con la tavola sotto i piedi era capace di realizzare numeri davvero straordinari.

A metà agosto aveva vinto il Rip Curl Grom Search, in Nord Carolina e ad aprile i campionati regionali. Un talento cristallino, una passione sfrenata ereditata dal padre, un amore immenso per questo sport ma alle Barbados tutto è andato in frantumi.

Le onde dell’uragano Irma hanno travolto Alexander ‘Zander’ Venezia: nulla da fare per il ragazzo

Forse è stata proprio l’estrema passione per questa disciplina a spingere Zander Venezia oltre i propri limiti, probabilmente oltre i limiti umani, poiché l’ormai prossimo arrivo di Irma ha generato onde altissime e di straordinaria potenza, impossibili da domare anche per i surfer più esperti. Nel video postato in testa all’articolo possiamo vedere alcune immagini del suo passaggio nei Caraibi: la tempesta ha causato la morte di 24 persone e ha determinato danni incalcolabili.

Questi cavalloni impossibili da governare hanno catalizzato l’attenzione di Zander Venezia che non ha resistito al richiamo dell’oceano e ha deciso di sfidare l’onda perfetta. L’incidente si è verificato sulla costa orientale, tra Barclays Beach e Cattlewash. Dopo una serie di surfate impeccabili il giovane ha perso l’equilibrio ed è stato fatalmente travolto. Secondo il racconto dei suoi amici, Zander Venezia è rimasto a lungo sott’acqua per poi andare a sbattere violentemente contro la scogliera. Non c’è stato nulla da fare, i soccorsi sono stati immediati ma la corsa in ospedale è stata inutile.

Se ne va una grande promessa del surf mondiale ma, soprattutto, un ragazzo di sedici anni che muore per una fatale leggerezza. La ricerca dell’onda perfetta è costata cara e Irma lo ha travolto con tutta la sua forza.

Fonti pezzo, foto, video: gazzetta.it, corriere.it, youtube.com

Paolo Bellosta

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione