BYD Group festeggia il 200° yacht passato allo scanner per il refitting

Il gruppo spagnolo si è specializzato nella scansione 3D delle imbarcazioni, a servizio del refitting e delle modifiche strutturali

12 Marzo 2021 | di Marcella Ottolenghi

Due scanner laser Faro Focus, in grado di raggiungere una precisione vicina al millimetro da distanze fino a trecento metri, e uno scanner Go!Spark ancora più accurato (fino a 0,05 mm). E’ la dotazione che lo studio spagnolo BYD (Bravo Yacht Design Group) sfrutta per passare “al setaccio” gli yacht.

Un lavoro iniziato nel 2004, che ha portato a completare l’analisi della duecentesima imbarcazione, lo yacht Lürssen Coral Ocean di 73 metri, preceduto dal lussuoso motoryacht Andrea di 45 metri, per un totale negli anni di oltre 2.500 metri lineari di scafo.

Utile in particolare quando si ha intenzione di dare avvio ad un’opera di refitting, la scansione permette anche di controllare la correttezza degli scafi delle barche a vela, oltre che di mappare gli interni delle cabine e degli altri spazi attrezzati. In tal modo il lavoro di smontaggio e di rifacimento viene di molto semplificato, potendo fare affidamento su misure incredibilmente corrispondenti a quelle della realtà.

In genere – spiega l’architetto navale Tià Simó, manager con Raúl Gonzalo di BYD Group – eseguiamo circa venti differenti scansioni da diverse posizioni, ciascuna delle quali acquisisce circa 10,9 milioni di punti. Dopo l’elaborazione, l’ottimizzazione e l’eliminazione dei dati non utilizzabili, nonché dei punti ridondanti creati ad esempio dal sartiame, lo scafo di uno yacht a vela di 40 metri, come può essere il caso di Velsheda, si traduce in circa dieci milioni di punti”.

Oltre a Velsheda, passato allo scanner per rendere il suo scafo d’acciaio più simmetrico, il gruppo iberico ha analizzato anche lo scafo di carbonio della barca a vela da regata Jethou per allungarlo, il ponte superiore del cruiser di lusso Cocoa Bean di 74 metri per la posa in opera di una nuova vasca Jacuzzi e la poppa dello yacht Nostalgia di 47,5 metri per un’estensione.

La scansione 3D – sottolinea Simó – è un lavoro estremamente qualificato, con una configurazione richiesta molto precisa per risultati accurati. L’apparecchiatura è portatile, quindi può essere eseguita ovunque si trovi la barca. Ma è la post-elaborazione che è fondamentale per ottenere un’immagine precisa e deve essere eseguita da un professionista”.

Il tempo di una scansione può variare da 30 minuti a 8 ore, a seconda di ciò che si intenda mappare, e l’unico limite per ora è la lunghezza dell’oggetto, che deve rientrare nella finestra di lettura dei laser di BYD Group, posizionabili fino a 330 metri di distanza per aumentarne il campo visivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione