Installata su un megayacht Benetti la nuova “Light Bridge Console”: la plancia diventa un nuovo spazio vivibile

Il sistema “Light Bridge Console” è stato installato a bordo del megayacht BP001 (44 metri) di Benetti, primo modello della nuova categoria Diamond 145

9 Settembre 2020 | di Giuseppe Orrù
Con la nuova consolle di Seastema, la plancia recupera un nuovo spazio vivibile

Sul megayacht di 44 metri BP001 di Benetti, primo modello della nuova categoria Diamond 145, è stata installata nei giorni scorsi la nuova “Light Bridge Console”, realizzata da Seastema, società del gruppo Fincantieri. L’obiettivo del progetto, avviato nel 2017, era realizzare una console di plancia completamente innovativa, che consentisse di liberare volumi nel locale, con un design sottile e leggero, esteticamente gradevole e tecnologicamente all’avanguardia.

Il locale di plancia diventa così uno spazio vivibile, proteso verso il mare e che offre ulteriori opportunità di sviluppo progettuale inaspettate. L’idea si è concretizzata grazie alle nuove tecnologie software per l’integrazione dei sistemi e ad un design di prestigio, che utilizza la fibra di carbonio per ottenere una struttura sottile e leggera che abbia anche grande resistenza e silenziosità.

Queste nuove tecnologie, messe a punto da Seastema e perfezionate negli ultimi anni nell’ambito di programmi navali militari e di grandi yacht, con questo progetto vengono applicate su yacht di dimensioni più ridotte. La piattaforma utilizzata è la ormai collaudata suite software SEASYacht, con tecnologia MPEV (Marine Portale EVolution), di ultima generazione, per la realizzazione dell’interfaccia operatore.

Il nuovo sistema offre una soluzione tecnologicamente avanzata e certificata, che minimizza l’elettronica e i comandi presenti sulla console di plancia. Il software di interfaccia uomo-macchina è stato realizzato con le ultime tecnologie grafiche disponibili con Windows 10 e la gestione dell’attivazione delle applicazioni tramite software può avvenire utilizzando le infrastrutture di rete (non switch KVM). Troviamo inoltre sensori di navigazione connessi in rete per una gestione integrata e centralizzata. L’installazione della console di tipo “Plug & Play” garantisce tempi molto rapidi di messa in servizio e semplifica le manutenzioni.

Le recenti prove in mare hanno evidenziato da subito l’elevato livello di operatività della console e una grande praticità nell’accedere alle diverse funzioni, cui si uniscono la silenziosità e la completa assenza di vibrazioni. Il cantiere Benetti ha ordinato il primo sistema a fine 2018 e nel giro di un anno e mezzo è stato realizzato e consegnato.

E’ stata una sfida – sottolinea l’ingegner Buffa, responsabile dell’ufficio tecnico di Benetti – ci siamo presi una grande responsabilità ma la serietà di Seastema del Gruppo Fincantieri e la professionalità dimostrata con la presentazione delle prime proposte, ci hanno convinti. E devo dire che le aspettative non sono state tradite”.

“La console – spiega Buffa – è davvero molto bella e tecnologica, ma al tempo stesso semplice da utilizzare, tanto che è stata particolarmente apprezzata anche dai nostri comandanti. La professionalità dei tecnici Seastema ha poi consentito di superare rapidamente le difficoltà che si presentavano durante le prove, dovute alle soluzioni innovative utilizzate, consentendo di consegnare la barca nei tempi previsti“.

Il sistema appena consegnato prevede una navigazione di tipo integrato con radar in banda X e cartografia elettronica certificati, cartografia turistica, conning display Seastema, log ed echo sounder di tipo certificato AIS, DGPS, comunicazioni GMDSS di classe REG-Code. L’integrazione a livello software, con omogeneità delle pagine video di monitoraggio, navigazione e selezione degli applicativi, è effettuata sui monitor stessi, senza la necessità di dispositivi aggiuntivi.

Possono anche essere fatte girare istanze diverse del software su display differenti con parametri e scale diverse, soluzione che si è dimostrata molto utile per radar e cartografia. Anche il monitoraggio, infine, è parte del sistema con grafica omogenea alla navigazione e realizzato con la stessa tecnologia MPEV proprietaria di Seastema.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione