Da Razeto e Casareto una maniglia in micro mosaico per sostenere la mostra “Monet, ritorno in Riviera“

Denominata "Le Château de Dolceacqua”, la maniglia è la prima della linea "Radici", serie appositamente realizzata dai maestri della Vigo Mosaici con una tecnica antica, originaria della regione, come omaggio ai 100 anni dell'azienda sorese

25 luglio 2019 | di Manuela Sciandra
Monet, ritorno in Riviera, F.lli Razeto e Casareto - maniglia 'Le Château de Dolceacqua'
La maniglia "Le Château de Dolceacqua"

La rinomata azienda ligure F.lli Razeto e Casareto ha deciso di sostenere l’innovativo progetto di promozione del territorio attraverso l’arte “Monet, ritorno in Riviera“, donando una propria maniglia, che riproduce in micro mosaico il dipinto del famoso pittore francese.

L’azienda di Sori, in collaborazione con la Vigo Mosaici di Campo Ligure, ha accolto l’invito del Gruppo Permare, main sponsor della manifestazione, ad aderire al progetto promosso da Fulvio Gazzola, sindaco di Dolceacqua, nell’ambito della responsabilità sociale d’impresa o “give back”, cioè l’atto di restituire al territorio dove si fa impresa parte di quanto si ottiene dallo stesso.

La maniglia, denominata “Le Château de Dolceacqua“, è la prima della linea “Radici“, serie appositamente realizzata dai maestri della Vigo Mosaici con una tecnica antica, originaria della regione, come omaggio ai 100 anni dell’azienda sorese (traguardo che verrà raggiunto nel 2020).

Impreziosita e resa unica da un rivestimento a mosaico in “seminato genovese“, ovvero quella particolare graniglia scarto della lavorazione di pietre e marmi locali che veniva utilizzata dai genovesi all’inizio del secolo scorso per la realizzazione di pavimenti, la maniglia rappresenta il meglio della tecnologia e della creatività Made in Liguria ed evidenzia il forte legame di entrambe le aziende con il territorio.

Monet, ritorno in Riviera, F.lli Razeto e Casareto - 'Le Château de Dolceacqua'

“Le Château de Dolceacqua” di Claude Monet

All’interno della mostra, in programma a Bordighera e Dolceacqua fino al 31 luglio tutti i giorni dalle 10:30 alle 19:30 (orario di entrambe le sedi), sono esposte le tre opere dipinte da Claude Monet nel 1884 durante il suo soggiorno fra Bordighera, Dolceacqua e Roquebrune: “Vallée de Sasso. Effet de soleil” (esposta presso la Villa Regina Margherita di Bordighera) e “Le Château de Dolceacqua” e “Monte Carlo vu de Roquebrune” (esposte presso il Castello Doria di Dolceacqua).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento

  1. Giangi ha detto:

    Dato il grande successo della mostra è stata prorogata la durata, sarà quindi possibile visitare la mostra fino al 18 Agosto👍👍👍👍👍👍

Potrebbe interessarti anche

Eventi e fiere

Amer Yachts vara un nuovo Amer Cento Quad

  • Foto
  • 30 maggio 2019

In prova l'imbarcazione ha superato i 32 nodi, riuscendo a stupire gli armatori per il grande comfort di bordo e la notevole riduzione dei consumi e delle emissioni

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione