Motonautica Cuneo presenta i nuovi motori fuoribordo Yamaha

Tante novità in casa Yamaha e Volvo Penta. Antonio Cuneo, proprietario di Motonautica Cuneo, ce le ha presentate in anteprima

22 maggio 2018 | di Chiara Biffoni
Motonautica Cuneo rivenditore fotogallery
Moto d'acqua Yamaha e Kawasaki

Rivenditore autorizzato di motori marini con oltre 30 anni di esperienza, Motonautica Cuneo è specializzato nella vendita e nella riparazione di motori fuoribordo, entrobordo e moto d’acqua.

Orgoglioso di essere l’officina ufficiale di due brand che rappresentano l’eccellenza della nautica da diporto, Antonio Cuneo, proprietario di Motonautica Cuneo, ci ha parlato delle ultime novità in arrivo in casa Yamaha e Volvo Penta.

“Per quanto riguarda i fuoribordo Yamaha -ha spiegato a Liguria Nautica- le novità sono davvero molteLa più interessante è probabilmente l’F40 Supreme, un motore 70 cavalli omologato 40, guidabile senza patente nautica, che ad oggi è il più potente sul mercato italiano e il più ricercato nel mondo dei fuoribordo”.

Ma non finisce qui: la casa produttrice giapponese infatti ha lanciato anche l’F200 con 4 cilindri in linea, cambio elettronico per una guida “by wire” (coi cavi), centralina ECU e sistema EFI per una basso consumo di carburante, oltre all’F250 e all‘F300, entrambi con 6 cilindri a V, cilindrata aumentata a 4200 cm e più leggeri di 10-15 kg rispetto al passato.

F40 Supreme - fuoribordo Yamaha

Motore fuoribordo F40 Supreme Yamaha

Nuovo è anche l’F350 che possiede una cilindrata maggiore rispetto ai fuoribordo della concorrenza (5.300 cm3), 8 cilindri a V e 350 cavalli. L’aumento di cilindrata consente una maggior spinta in planata, un consumo minore di carburante e la riduzione del rumore.

“Per quanto riguarda le moto d’acqua  –ha sottolineato Antonio Cuneo– le novità sono il motore TR-1 con 3 cilindri, 120/130 cavalli e 1050 cm3 di cilindrata e il GP 1800, aspirato o turbo, a 4 cilindri”.

LN – Invece per gli entrobordo Volvo Penta?

AC  La punta di diamante di Volvo Penta continua ad essere l’IPS, ossia il brevetto detto POD, che permette l’utilizzo della “motorizzazione quadrupla” tramite l’uso del joystick, con rendimenti molto elevati. Nelle imbarcazione fino a 20 metri, questo tipo di trasmissione è ormai diventata una consuetudine.

LN – Da poco siete diventati rivenditori anche di moto d’acqua Kawasaki. Come mai avete scelto di prendere anche questo marchio?

AC – Non lo abbiamo scelto. Ci è stato proposto. E poiché il brand Kawasaki è molto importante per quanto riguardo il mondo delle corse con moto d’acqua, abbiamo pensato di provare. Non è da molto che è iniziato questo esperimento e i clienti sono principalmente corsisti, una genere di clientela un po’ difficile da accontentare sia per quanto riguarda i prezzi che per la “personalizzazione” del modello, ma siamo fiduciosi di poter far bene anche in questo campo.

LN – Offrite anche assistenza ai cantieri? 

AC – Sì, noi di Motonautica Cuneo siamo molto presenti anche in questo senso. Nella nostra sede di Varazze, infatti, seguiamo le pre-consegne e le messe in acqua di barche Azimut e Absolute, che ad oggi sono i due più importanti cantieri italiani. Ci occupiamo, inoltre, anche di imbarcazioni Capelli, cantiere specializzato nella costruzione di barche e gommoni motorizzati Yamaha.

LN – Avete una lunga storia alle spalle. Si può dire che la vostra reputazione supera ormai i confini regionali?

AC – Motonautica Cuneo nasce nel 1980 e nel corso del tempo si è fatta conoscere anche fuori regione. Siamo orgogliosi di essere cresciuti fino a questo punto e ci fa piacere quando qualcuno ci chiama per qualche perizia. Ho notato che ultimamente le richieste riguardano spesso motori installati su imbarcazioni usate, perché è aumentata la compra-vendita di barche di seconda mano. Naturalmente cerchiamo sempre di accontentare tutti, ma nel periodo estivo – con tutte le attività nautiche nel pieno dello svolgimento – spesso diventa difficile poter mandare qualcuno fuori Liguria per questo genere di lavori. Siamo un’organico di 15 persone, perciò è più facile gestire questo tipo di chiamate durante la stagione invernale, quando gli impegni sono ridotti e meno frenetici.

LN – Parteciperete al Salone Nautico di Genova anche quest’anno?

AC – Non abbiamo mai avuto uno stand nostro ma è da oltre 30 anni che partecipiamo al Salone Nautico come rappresentanti Volvo Penta e Yamaha. Sicuramente parteciperemo anche a questa 58esima edizione.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento

  1. Tonino. Pala ha detto:

    Ho due Volvo penta linea asse da 130 cv
    Permetterei con un fuori bordo Suzuki da 300/350 cv. Gradirei essere contattato.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione