L’Oceano è pieno d’immondizia e oggetti alla deriva

Se una barca di 18 metri negli spazi atlantici rischia sovente una collisione con immondizia alla deriva, signifca che l'Oceano in questione, dove passano molte rotte commerciali, è letteralmente una discarica

25 Novembre 2016 | di Redazione Liguria Nautica

Lo sapevamo già che l’Oceano e i mari del globo in generale fossero sporchi. Ma la verità quando viene confermata dalla cronaca sembra sempre un po’ più brutta.

Il dato è francamente inquietante: seguendo la cronaca del Vendée Globe non si può fare finta di non notare che ben 5 concorrenti hanno urtato oggetti alla deriva riportando danni importanti alle loro imbarcazioni.

Non ci interessa in questo caso lo svolgimento della regata, quanto piuttosto fare una riflessione: un incidente può essere un caso, ma cinque diventano una costante inquietante. Un’IMOCA 60 è lungo poco più di 18 metri, largo poco più di 5, in fin dei conti si tratta di un piccolo guscio per la grandezza dell’Oceano.

Quante sono le possibilità che un piccolo guscio colpisca degli oggetti alla deriva in un Oceano largo migliaia di miglia? Poche, in condizioni normali, ma a quanto pare le possibilità soprattutto in sud Atlantico sono molte. Se una barca di 18 metri negli spazi atlantici rischia sovente una collisione con immondizia alla deriva, signifca che l’Oceano in questione, dove passano molte rotte commerciali, è letteralmente una discarica.

Container, plastica, reti, e una varietà di oggetti difficii da classificare vanno alla deriva nei mari del mondo. La cronaca porta alla ribalta questa situazione in determinati casi, come per esempio per questo Vendée Globe, ma quando i riflettori si spengono restano gli abitanti degli Oceani a convivere con questa realtà. E gli abitanti degli Oceani non siamo noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione