Nave Italia: presentata a Santa Margherita la campagna 2017

L'unità è partita dal porto di La Spezia lo scorso due maggio

23 maggio 2017 | di Paolo Bellosta
Nave Italia a Santa Margherita
Nave Italia a Santa Margherita: il marino ligure fa da sfondo

Nave Italia torna a Santa Margherita, il brigantino più lungo al mondo ha scelto la cittadina ligure come sfondo per la presentazione della campagna 2017. L’imbarcazione da sempre è protagonista di iniziative che coinvolgono persone affette da disturbi fisici e cognitivi, difficoltà che spesso diventano vere e proprie barriere. L’esperienza in mare è finalizzata a migliorare le capacità di relazione e l’integrazione tra i membri dell’equipaggio così da trasformare un’esperienza utile e divertente in una occasione di crescita personale e collettiva. Migliorarsi assieme per crescere singolarmente, per aiutare questi ragazzi a superare le piccole difficoltà di ogni giorno e aumentare la fiducia in se stessi.

Un sogno divenuto realtà grazie alla Fondazione Tender to Nave Italia, onlus di cui fanno parte la Marina Militare e lo Yacht Club Italiano, e all’incessante attività dei tanti volontari che seguono le varie iniziative.

Campagna 2017: Nave Italia presenta il progetto

Nave Italia è salpata lo scorso due maggio dal porto di La Spezia e il percorso si concluderà il prossimo 27 ottobre. Tutto questo dopo aver toccato diversi porti dell’Adriatico e del Tirreno e aver imbarcato ventidue diversi equipaggi da tutta Italia e non solo: un gruppo arriverà addirittura da Praga per salire a bordo di questa magnifica imbarcazione.

I ragazzi prenderanno parte a tutte le normali attività, vivendo appieno la vita di bordo. Qui impareranno a manovrare le vele, a fare nodi marinari, a pulire la nave e a preparare il cibo. Affrontare le difficoltà per superarle assieme: un insegnamento da perseguire anche nella vita di tutti i giorni.

Nave Italia: le caratteristiche dell’unità

Si tratta di un brigantino a vela costruito in acciaio e lungo 61 metri. L’imbarcazione è dotata di cinque cabine doppie, complessivamente può accogliere a bordo ben ventiquattro passeggeri, oltre all’equipaggio. L’albero maestro è alto oltre quaranta metri, mentre la larghezza complessiva è di circa nove metri.

Nave Italia è stata varata nei cantieri navali Wiswa di Danzica nel 1993, poi il 19 marzo 2007 è stata presa in gestione dalla fondazione Tender. Attualmente la Marina Militare si occupa della selezione dell’equipaggio, mentre le spese di manutenzione sono a carico dalla fondazione. Nave Italia organizza con frequenza progetti terapeutici educativi e formativi.

Le foto sono di proprietà di Liguria Nautica, riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Errata Corrige: Ci scusiamo coi nostri lettori per aver erroneamente citato la Amerigo Vespucci, ovviamente le immagini fanno riferimento a Nave Italia. Vi ringraziamo per l’immediata segnalazione.

Paolo Bellosta

 

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

Tuiga vince il Portofino Rolex Trophy

  • 21 settembre 2015

L'imbarcazione guidata da Piere Casiraghi trionfa stando davanti a Mariska e Hispania. Termina la manifestazione riservata alle imbarcazione che hanno fatto la storia dello yachting mondiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 commenti

  1. Marco ha detto:

    Non è la Vespucci….

  2. Paolo Maccione ha detto:

    Perdonate, sono Paolo Maccione, il direttore di Barche d’Epoca e Classiche. Ho appena letto la vostra notizia … ma siete sicuri che il Vespucci si trovi ora a Santa Margherita Ligure? Io la sapevo in oceano in traversata atlantica diretta verso le Bermuda. Le foto del veliero che avete pubblicato sono quelle di Nave Italia, il brigantino della Marina Militare e della Fondazione Tender to Nave Italia … che è ben altra cosa rispetto al Vespucci (al maschile, come tutte le unità della Marina Militare). Perdonate l’appunto … forse mi sono perso qualche cosa. Grazie e saluti e complimenti per il vostro sempre splendido lavoro. Paolo Maccione

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione