Volvo Ocean Race: Vestas torna in regata, Persico Marine ha fatto l’impresa. VIDEO

Per portare a compimento la ricostruzione della barca gli uomini di Persico Marine hanno dovuto allestire un capannone apposito, dedicato solo a Team Vestas: da gennaio fino a questi giorni per il team che ha lavorato sul VO65 non ci sono state feste, non ci sono state domeniche, nessuna vacanza, ma solo lavoro, lavoro e lavoro

26 Maggio 2015 | di Redazione Liguria Nautica

Team Vestas_Persico Marine_VORSarà perché siamo italiani, sarà perché nessun altro cantiere al mondo ha accettato la sfida di ricostruire il Volvo Ocean 65 Team Vestas dopo il naufragio nella seconda tappa della Volvo Ocean Race, ma il lavoro portato a termine da Persico Marine ha il dolce sapore dell’impresa e quello della definitiva e indiscussa (se ce ne fosse ancora bisogno) consacrazione a livello internazionale di questa splendida realtà.

 

Qualcuno forse ricorderà le condizioni disastrose in cui arrivò la barca a Nembro, Bergamo, sede del cantiere Persico Marine: la parte posteriore dello scafo completamente, distrutta così come parte della coperta, la chiglia persa nella collisione sul reef e una scalata quasi impossibile per riportare la barca in acqua.

 

Team-Vestas-Wind_GenovaPer portare a compimento quest’impresa gli uomini di Persico Marine hanno dovuto allestire un capannone apposito, dedicato solo a Team Vestas: da gennaio fino a questi giorni per il team che ha lavorato sul VO65 non ci sono state feste, non ci sono state domeniche, nessuna vacanza, ma solo lavoro, lavoro e lavoro, sotto la guida del project manager della ricostruzione, il ligure Matteo Bisio, con l’aiuto di costruttori di diverse nazionalità che sono arrivati a Nembro per completare un super team internazionale.

 

 

 

Vestas_PersicoSiamo stati a Nembro qualche settimana fa, per vedere da vicino lo stato della barca e a che punto fossero i lavori: “Nessuno come Persico Marine, con questa tempistica e con questo entusiasmo, il loro lavoro è stato fondamentale per credere nel rientro in regata”, questo è stato il primo commento di Chris Nicholson, lo skipper di Vestas, quando gli abbiamo chiesto un parere sul lavoro del team di Persico. “Gli altri cantieri del consorzio che costruisce i VO65 non hanno accettato la sfida, mentre noi ci abbiamo creduto fin dal primo momento, altrimenti non avremmo dato la disponibilità. E se noi non avessimo dato l’ok, con ogni probabilità, Team Vestas sarebbe tornato a casa“, ha precisato Matteo Bisio.

 

Team Vestas è in viaggio verso Lisbona, dove rientrerà in regata alla Volvo Ocean Race per disputare le ultime due tappe: adesso tocca agli uomini guidati da Nicholson trovare il riscatto e dimostrare che quella notte sul reef è stato solo un tragico errore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione