A Capri si muore per l'inquinamento, l'allarme shock dall'isola

La vecchia centrale elettrica va abbattuta, spaventosa l'incidenza di tumori e disturbi respiratori nella zona

18 Agosto 2014 | di Redazione Liguria Nautica

Come è possibile che in una delle mete più turistiche d’Italia ci sia un allarme inquinamento tale da temere per la salute delle persone? E’ quello che sta succedendo a Capri, uno dei gioielli indiscussi del turismo italiano. A lanciare l’allarme è stato l’ex sindaco Ciro Lembo, che ha raccolto un dossier sui casi di tumore, disturbi cardiaci e respiratori sull’isola.

 

La fonte di tutto ciò? Secondo Lembo la vecchia Centrale Elettrica, e in effetti in base ai dati raccolti dallo stesso Lembo e dall’inchiesta pubblicata da ilfattoquotidiano.it, l’incidenza di malattie tumorali sui lavoratori della centrale e su chi abita nelle immediate vicinanze è devastante.

 

La società che gestisce la centrale, costruita nel 1903, è la Sippic, la cui licenza statale risulta per altro scaduta e carente delle autorizzazioni ambientali richieste. La centrale è stata posta sotto sequestro e si sta lavorando al cavo sottomarino che collegherà Capri alla terraferma per eliminar il ruolo della vecchia centrale elettrica. Ma nel frattempo chi risarcirà gli abitanti di Capri e le sue vittime?

 

Foto ilfattoquotidiano.it

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. edoardo ha detto:

    Un altro esempio dell’i-taglia post-borbonica che funziona…

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

Modella in mare, finisce tra le eliche del motore fuoribordo

  • 19 Luglio 2013

L’incidente a Capri, proprio di fronte ai Faraglioni: la modella Alessia Tedeschi, in vacanza su uno yacht con Elisabetta Canalis, è caduta dal tender forse durante un gioco d’acqua e si è ferita gravemente con le eliche del motore ma non è in pericolo di vita

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione